Sito Ufficiale del Comune di Faenza

Salta ai contenuti
 

Piazza del Popolo n. 31
Telefono 0546691111 - Fax 0546691499
PEC comune.faenza@cert.provincia.ra.it

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Guida ai servizi » Ufficio oggetti... » Regolamento  
 

Regolamento

Estratto del Regolamento di Contabilità

Approvato con atto C.C. n. 684/61 del 09/02/2005

e modificato con atto C.C. n. 219/3852 del 26/09/2008

 

 

 

Art. 88 – OGGETTI RINVENUTI

Il servizio di ricevimento, custodia, riconsegna e alienazione di tutti gli oggetti rinvenuti, nell'osservanza di quanto disposto dagli artt. 927, 928, 929, del Codice Civile, è affidato al servizio economato. Il servizio economato tiene in custodia i beni rinvenuti,presso propri locali all'uso adibiti Le somme in contanti rinvenute sono depositate nella cassa come somme in deposito per conto terzi e non vengono introitate fino a quando non si verificano le condizioni di cui al successivo art 90. Per ogni oggetto e somma di denaro sarà redatto un verbale di deposito contenente la descrizione dell'oggetto (o l'importo della somma), la descrizione delle circostanze del ritrovamento;al depositante - ritrovatore sarà rilasciata copia del verbale di deposito.

 

Art. 89 – RIMBORSO SPESE DI CUSTODIA

Il diritto per il rimborso spese di custodia, aggiornabile annualmente sulla base ISTAT, viene fissato con deliberazione della Giunta Comunale in base al peso lordo, l'ingombro della merce, calcolato per ogni giorno di permanenza in magazzino. Il rimborso delle spese di custodia, unitamente a tutte le altre eventualmente sostenute, è dovuto all'atto del ritiro della cosa, sia da parte del proprietario che del rinvenitore. La consegna della cosa al ritrovatore o al proprietario avverrà previa redazione di un verbale di consegna datato e sottoscritto dal ricevente. Nessun obbligo è a carico dell'amministrazione qualora non fosse soddisfatta la richiesta del ritrovatore in termini di premio ex art. 930 del codice civile.

 

Art. 90 – COSE RINVENUTE E NON CONSEGNATE

I beni e le somme rinvenuti e non ritirati dal proprietario entro i termini di cui all'art.929 del codice civile, ovvero non ritirati dal ritrovatore entro 2 anni dalla consegna all'economo diverranno di proprietà dell'amministrazione comunale,se ritenuti funzionali ai servizi,previa ricognizione dei medesimi, effettuata con atto deliberativo della giunta ed inventariati ai sensi della vigente normativa e del presente regolamento,ovvero alienati mediante procedure conformi alla vigente normativa.