Sito Ufficiale del Comune di Faenza

Salta ai contenuti
 

Piazza del Popolo n. 31
Telefono 0546691111 - Fax 0546691499
PEC comune.faenza@cert.provincia.ra.it

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » In evidenza » Nuovi obblighi per chi rientra dall'estero  
 

Nuovi obblighi per chi rientra dall'estero

13 Agosto 2020

Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri introduce una serie di nuove disposizione per chi rientra dall'estero in Italia e suddivide i paesi nelle seguenti categorie:

Gruppo A: paesi per cui non è obbligatoria la quarantena

  • Repubblica di San Marino
  • Stato del Vaticano

Gruppo B: paesi per cui non è obbligatoria la quarantena

  • Austria,
  • Belgio,
  • Cipro,
  • Croazia,
  • Danimarca,
  • Estonia,
  • Finlandia,
  • Francia,
  • Germania,
  • Grecia,
  • Irlanda,
  • Lettonia,
  • Lituania,
  • Lussemburgo,
  • Malta,
  • Paesi Bassi,
  • Polonia,
  • Portogallo,
  • Repubblica Ceca,
  • Slovacchia,
  • Slovenia,
  • Spagna,
  • Svezia,
  • Ungheria,
  • Islanda,
  • Liechtenstein,
  • Norvegia,
  • Svizzera,
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord,
  • Andorra,
  • Principato di Monaco

Gruppo C: paesi con obbligo di quarantena 

  • Romania 
  • Bulgaria

Gruppo D: paesi con obbligo di quarantena (con alcune possibilità di esonero)

  • Australia,
  • Canada,
  • Georgia,
  • Giappone,
  • Nuova Zelanda,
  • Ruanda,
  • Repubblica di Corea,
  • Thailandia,
  • Tunisia,
  • Uruguay

Gruppo E: paesi con obbligo di quarantena

Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco

Gruppo F: paesi con obbligo di quarantena

A decorrere dal 9 luglio 2020: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana

A decorrere dal 16 luglio 2020: Kosovo, Montenegro e Serbia

 

COME COMPORTARSI AL RIENTRO DA UN VIAGGIO AVVENUTO ALL'ESTERO

Rientro da un paese dei gruppi C, D, E, F

Tutti coloro che fanno ingresso in Italia tramite trasporto aereo, marittimo, ferroviario e stradale, provenienti da Paesi appartenenti agli Elenchi C, D, E e F dell’ Allegato 20 del DPCM 7 Agosto 2020, sono soggetti a determinati obblighi, indipendentemente dalle loro condizioni di salute:

  • Comunicare il loro ingresso in Italia al Dipartimento Sanità Pubblica dell'Ausl territorialmente competente in base al luogo ove intendono soggiornare nel corso del periodo di quarantena precauzionale;
  • Sottoporsi a sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per 14 giorni;
  • In caso di insorgenza di sintomi da Covid-19 segnalare la situazione all’Ausl con i numeri telefonici appositamente dedicati e comunicati all’avvio della quarantena precauzionale

Anche chi, pur provenendo dai paesi dei gruppi A e B, abbia soggiornato in uno dei paesi con obbligo di quarantena nei 14 giorni precedenti all'ingresso in Italia, deve sottoporsi agli obblighi indicati sopra. 

Rientro da Croazia, Grecia, Malta e Spagna

I viaggiatori che rientrano da questi paesi, nonostante non siano soggetti al vincolo della quarantena, debbano comunicare obbligatoriamente il loro ingresso in Italia utilizzando il relativo modulo da inviare a  viaggiatori.ra@auslromagna.it  

sottoporsi a misure di prevenzione, consistenti nel mostrare degli esiti negativi di tampone effettuato nel paese di provenienza nelle 72 ore prima dell’ ingresso in Italia, oppure, in alternativa, nell’effettuare un tampone al momento dell’ arrivo in aereoporto o stazione ferroviaria o marittima o altri luoghi di frontiera, ove sia possibile, o infine nel proprio domicilio, a cura dell’ Ausl territorialmente competente, entro le 48 ore dall’ ingresso in Italia.

La segnalazione può essere effettuata anche  online da questo applicativo .

 

ISTRUZIONI PER GLI ASSISTENTI FAMIGLIARI

Dal 13 agosto 2020  gli assistenti famigliari che rientrano al lavoro provenendo da paesi extra Schengen e da Romania o Bulgaria, hanno l’obbligo di autodichiararsi al Dipartimento di Sanità Pubblica competente per territorio, ai fini dell’autoisolamento di 14 giorni e dell’esecuzione dei tamponi.

L'autodichiarazione deve essere fatta ai seguenti recapiti telefonici:

Per la Provincia di Ravenna:  335/6881319 - 335/7355317 in orari ufficio o mail a  viaggiatori.ra@auslromagna.it

La segnalazione può essere effettuata anche  online da questo applicativo .

Una volta ricevuta la comunicazione dall’assistente famigliare, il personale del Dipartimento contatterà la persona interessata e pianificherà l’esecuzione del 1° tampone all’arrivo e del 2° tampone al 7°-10° giorno o, comunque, entro la fine del periodo di isolamento.
Il Dipartimento verificherà, inoltre, le modalità di ingresso in Italia (trasporto aereo, ferroviario, marittimo, stradale) e l’idoneità dell’alloggio dell’assistente familiare, per consentire un adeguato isolamento.

Se queste condizioni non ci sono, il Dipartimento provvederà ad alloggiare l’assistente familiare nelle strutture alberghiere convenzionate, con costi a carico delle istituzioni.