Sito Ufficiale del Comune di Faenza

Salta ai contenuti
 

Piazza del Popolo n. 31
Telefono 0546691111 - Fax 0546691499
PEC comune.faenza@cert.provincia.ra.it

COME FARE PER...
  • Cittadino
  • Impresa
 
 
 
Sei in: Home » Guida ai servizi » Servizi per l'i... » Trasporto scolastico  
 

Trasporto scolastico

Scuolabus

Servizio: Istruzione
Ufficio:
Trasporto scolastico
Indirizzo:
Piazza Rampi 1
Telefono: 0546 691676
Fax: 0546 691679
e-mail: istruzione@comune.faenza.ra.it
Orario:
dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30; martedì e giovedì dalle 14,30 alle 16,30
Responsabile del Servizio:
Dott. Paolo Venturoli

 

 

Chi può usufruire del servizio?
Gli studenti frequentanti le scuole primaria e secondaria di primo grado residenti nel forese del Comune di Faenza (fuori dalla città), ove il servizio sia istituito. L' accesso viene consentito anche agli studenti iscritti a scuole di grado superiore residenti nel forese del Comune di Faenza qualora il territorio di residenza non risulti servito da linee di trasporto pubblico e agli alunni portatori di handicap residenti nel Comune di Faenza in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92.
 
Quali documenti occorrono per presentare la domanda?
Il codice fiscale del genitore o tutore richiedente.
 
Esistono tempi da rispettare?
I MODULI di domanda sono disponibili presso l' Ufficio trasporto scolastico del Servizio Istruzione, presso le segreterie degli Istituti comprensivi e nel box documenti sottostante. Devono essere presentati all'Ufficio trasporto scolastico del Servizio Istruzione dal 1 febbraio al 1 marzo di ogni anno.
 
Ci sono limitazioni?
Di norma non sono istituite linee scolastiche all'interno della città e l'alunno deve frequentare la circoscrizione scolastica territorialmente competente determinata in base alla via di residenza.
Nell'eventualità che le domande siano superiori alla capienza del mezzo e si renda opportuno definire una graduatoria, il trasporto è prioritariamente riservato:
 
a) agli alunni che distano oltre un raggio di m. 1000 dalla sede della scuola primaria di competenza e oltre un raggio di m. 2000 dalla scuola secondaria di primo grado di competenza;
b) agli alunni frequentanti la secondaria di primo grado rispetto agli alunni frequentanti la secondaria di secondo grado.

TARIFFE DEL TRASPORTO SCOLASTICO
 
Il servizio è a pagamento. La tariffa annuale è di euro 390,07. L'abbonamento per il secondo figlio è di euro 273,05. L'abbonamento per il terzo figlio è di euro 191,14. L'abbonamento per il quarto figlio e sucessivi è gratuito. Il pagamento deve essere effettuato tramite M.AV. presso qualsiasi sportello del circuito bancario nazionale o, eventualmente, su domanda (da compilare presso l'Ufficio trasporto scolastico ) tramite addebito su conto corrente bancario ( RID).
 
ESENZIONI E RIDUZIONI SULLA TARIFFA DEL TRASPORTO SCOLASTICO
 
Ci sono esenzioni al pagamento delle tariffe?
Sono esenti dal pagamento delle tariffe:

  1. Gli alunni portatori di handicap, certificati dalla scuola e su specifica richiesta della famiglia;
  2. gli alunni le cui famiglie risultino in particolare condizione di bisogno così come certificate dai Servizi sociali comunali.

A chi si presenta la domanda di esenzione?
I genitori degli alunni portatori di handicap possono compilare il modulo di domanda all'Ufficio trasporto scolastico del Servizio Istruzione; i genitori degli alunni le cui famiglie risultino in particolare condizione di bisogno devono rivolgersi ai Servizi sociali comunali.
 
Ci sono riduzioni al pagamento delle tariffe?
Le tariffe sono ridotte del:
20% per le famiglie con ISEE inferiore ad euro 7.000,00
30% per le famiglie con ISEE inferiore ad euro 5.000,00
60% per le famiglie con ISEE inferiore ad euro 3.000,00
 
Come si ottiene il valore ISEE della famiglia?
Per ottenere l'ISEE le famiglie interessate potranno rivolgersi ai centri di assistenza fiscale (C.A.F.) i quali provvederanno gratuitamente all'istruttoria essendo appositamente convenzionati con l'I.N.P.S. Gli interessati potranno anche rivolgersi direttamente alle sedi I.N.P.S. Ulteriori informazioni in allegato.
 
A chi si presenta la domanda di riduzione?
Le famiglie che intendono beneficiare della riduzione devono compilare l'apposito modulo di richiesta presso l'Ufficio trasporto scolastico del Servizio Istruzione la nuova attestazione ISEE calcolata con riferimento ai redditi riferiti al secondo anno solare precedente la dichiarazione della DSU (es. nel 2017 indicare i redditi percepiti nel 2015). Nel caso di famiglie in condizione di morosità, non è consentito l'accesso alle riduzioni ISEE fino all'avvenuto pagamento del debito pregresso.
 
Che controlli sono previsti?
Sulle dichiarazioni rese in autocertificazione sono previsti controlli sulla situazione familiare, reddituale e patrimoniale dei richiedenti sia attraverso gli archivi anagrafici, INPS e SIATEL, sia attraverso il coinvolgimento della Guardia di Finanza.